Argomenti “difficili” La Shoah a scuola e nell’età evolutiva

Corso di formazione con esonero dal servizio e sostituzione 

lunedì 10 ottobre 2016 dalle 9.00 alle 17.30

 Organizzano

Istituto Storico “Piero Fornara”

Comitato Unico di Garanzia del Consiglio Nazionale delle Ricerche

 Il Comitato di coordinamento per le celebrazioni in ricordo della Shoah

(d.P.C.M. 22.06.2015; d.P.C.M. 27.10.2015) propone di mettere al centro delle iniziative per il Giorno della Memoria i «fenomeni del razzismo, del pregiudizio e della xenofobia, della discriminazione e della repulsione per il diverso».

A gennaio, nei giorni dedicati al ricordo della Shoah, veniamo investiti da trasmissioni televisive manifestazioni e racconti sullo sterminio degli ebrei di Europa.

I media offrono spesso di questo e di altri argomenti dolorosi una sovraesposizione della componente orrorifica e spettacolare: che lascia enorme spazio a vissuti ansiogeni ed angoscianti.

Presidi, insegnanti e gli stessi genitori  si trovano in difficoltà: non sanno come affrontare l’argomento con ragazzi troppo sensibili o apparentemente distaccati; alcuni rinunciano e ignorano le celebrazioni lasciando però le menti più fragili ed i giovani apparentemente più insensibili esposti ad immagini angoscianti, a incubi e ad interiorizzazioni che minano il loro rapporto col mondo degli adulti vissuto come violento e persecutorio.

Diventa allora imperativo per gli adulti saper prendere l’iniziativa ed affrontare coi ragazzi gli argomenti difficili: abbandono, separazione, violenza, terrorismo: non solo la Shoah; Per fare questo è però necessario apprendere un linguaggio che consenta di “squarciare le tenebre” ed accompagnare per mano i giovani in un cammino di speranza e fiducia che li conduca verso le scelte morali che si troveranno ad affrontare nel loro percorso di vita.

Collocazione e finalità

La Shoah è un evento paradigmatico del malessere umano; nella sua illustrazione ci scontriamo con motivazioni abbiette per giustificare pregiudizio, indifferenza, persecuzione, violenza e sadismo, ma anche con fratellanza ed altruismo, scatenati da sentimenti di compassione e solidarietà umana che travalicano ideologie appartenenze etniche e credi religiosi.

Il corso fornisce strumenti utili e suggerisce l’adozione di linguaggi e modalità d’intervento funzionali alla trattazione ed alla riflessione su argomenti problematici, facendo attenzione a non suscitare stati di angoscia e shock che in particolare nel bambino, nel giovane in età evolutiva e spesso nel pubblico adulto possono scatenare reazioni di evitamento, chiusura e rifiuto.

Enti partecipanti e docenti

  • Consiglio Nazionale delle Ricerche - Comitato Unico di Garanzia per le Pari Opportunità la Valorizzazione del benessere ed il Contrasto ai Fenomeni Discriminatori (CUG)
  • Aldo Luperini: Segreteria Scientifica - Biologo già direttore dei corsi di formazione manageriale del CNR
  • Istituto Storico della resistenza  e della società contemporanea nel novarese e nel Verbano Cusio Ossola “Piero Fornara”
  • Elena Mastretta: Segreteria Scientifica - Insegnante, responsabile sezione didattica e formazione dell’Istituto storico “Piero Fornara”, graduate Yad Vashem
  • Giovanni Cerutti: Storico, Direttore Scientifico dell’Istituto “Piero Fornara”

Articoli:
La squadra del ghetto
Erbstein
Weisz 
Sindelar

  • ICWA Italian Children Writer Association (Ass. Italiana Scrittori per Ragazzi) offre sostegno agli autori di libri per ragazzi e coloro che dedicano la vita alla crescita di questo patrimonio
  • Anna Lavatelli: Scrittrice, Autrice pluripremiata di testi per l’infanzia; membro ICWA
  • Lev Chadash - Associazione per l’Ebraismo Progressivo – usi e tradizioni ebraiche e storia dell’ebraismo in Italia
  • Carlo Riva: Giornalista e storico – Presidente dell’Associazione

 Il corso si rivolge a:

  • Insegnanti di scuola (tutti gli ordini e gradi),
  • Insegnanti / Educatori di religione cattolica (ICR)
  • Educatori che intendono affinare la capacità di affrontare argomenti controversi con ragazzi e/o col pubblico.
  • Psicologi
  • Collaboratori degli enti proponenti
  • compatibilmente con i posti disponibili disponibili il corso è aperto a studenti del IV e V anno delle scuole secondarie che intendano acquisire crediti scolastici

Struttura della giornata e orari

09.00 - 13.30 Plenaria

13.30 - 14.30 Pausa pranzo

14.30 -16,30 Workshop in moduli paralleli da 45 minuti che saranno replicati due volte di seguito:

14.30 - 15.30 Prima sessione Moduli A, B, e C

15.30 - 16.30 Ripetizioni Moduli A, B, e C

Ogni partecipante potrà frequentare due moduli indicando l’ordine di preferenza (che sarà rispettato nei limiti delle disponibilità dei moduli stessi).

 Saranno fornite indicazioni di siti, libri, filmati, esempi di attività da svolgere in classe.

------

 Programma

lunedì 10 ottobre 2016 - Gli orari sono proposti per consentire la partecipazione anche a chi non abita a Milano (la sede è nelle vicinanze della stazione di Lambrate).

9.00 registrazione partecipanti

9.15 Presentazione ed apertura dei lavori

9.30 Rita Chiappini - Referente italiana di Yad Vashem,

La didattica di Yad Vashem

- Introduzione all’uso del materiale didattico messo a disposizione da Yad Vashem

 10.30 Giovanni Cerutti - Storico - Direttore Scientifico dell’Istituto Storico “Piero Fornara”,

La distruzione degli ebrei d’Europa: quali le responsabilità italiane?

Una lettura attraverso storie di sport e di calcio

 11.30 Rossana Ottolenghi, psicoterapeuta e “figlia di sopravvissuti”

La narrazione accettabile:

Come parlare di conflitti, separazioni, morte e violenze agli indifesi

 12.30 Aldo Luperini - Biologo - Referente Comitato Unico di Garanzia CNR per la Lombardia

Alle radici dei comportamenti violenti e discriminatori e di quelli solidaristici ed inclusivi

 13.30 PAUSA è possibile l’accesso alla mensa del CNR (pranzo completo € 5,50)

14.30 Ripresa dei lavori in sessioni parallele

 Modulo A

Elena Mastretta - Yad Vashem graduate - Sezione didattica Istituto Storico “Piero Fornara”

L’uso didattico dello “zainetto della memoria”:

Un esempio di trattazione: la Strage del Lago Maggiore; comunità locali e ricostruzione storica

 Modulo B

Anna Lavatelli - Scrittrice per l’infanzia e membro ICWA

Raccontare la Shoah ai ragazzi attraverso la letteratura.

Il ruolo dei giusti

 Modulo C

Relazione a cura della Sinagoga Lev Chadash

Gli Ebrei in Italia:

storia e caratteristiche di una comunità ultramillenaria

 16.30-17.00 Giovanni Cerutti e Aldo Luperini

discussione Plenaria

rilascio attestati

 Crediti

  • Attestato: tutti i partecipanti riceveranno al temine della giornata un attestato di partecipazione
  • Insegnanti: sarà rilasciato attestato valido ai fini dell’aggiornamento professionale e per la giustificazione dell’assenza.
  • Maturità: gli eventuali studenti del IV e V anno delle scuole secondarie di secondo grado, riceveranno un attestato valido per il riconoscimento del crediti scolastici.

 Iscrizioni:

Il corso è gratuito con l’esclusione del materiale didattico, le iscrizioni sono ad esaurimento posti e chiuderanno il 30 settembre. I collaboratori degli enti organizzatori hanno diritto di precedenza.

Per iscriversi inviare compilare la scheda d'iscrizione allegata e inviarla via mail a: didattica@isrn.it, specificando nell’oggetto “Milano 10 ottobre 2016”.

Per raggiungerci

Via Corti, 12 Milano

Area della Ricerca Milano 1 - Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sala Expo

MM 2 Lambrate Uscita Via Pacini – percorrere Via Grossich fino all’incrocio con Via Corti, svoltare a 

Date: 
10/10/2016 - 09:00